Solo fan service

L’ultimo film Disney è fatto di una sostanza leggerissima, ha una trama lineare e scontata ed è popolato da personaggi tutt’altro che indimenticabili. La genesi di un personaggio come Solo è banale quanto la trovata ingenua del cognome: una tristezza infinita.
Non si capisce nemmeno come si possa consolidare un’amicizia tra uomo e scimmione dopo appena trenta secondi di prigionia comune. Il resto scorre ancora più velocemente.
Il personaggio di Solo è simpatico e sfrontato ma sembra un fessacchiotto rispetto al fuorilegge originario. Altrettanto difficile confrontare l’interpretazione del bravo Ehrenreich, che di furbo ha solo il faccino, con quella del mitologico Harrison Ford.
Il film amalgama un’accozzaglia di particolari marginali e citazioni per la soddisfazione di quella parte di pubblico che si ricorda qualcosa dei film originari.
Non andate a vederlo.

By | 2018-07-11T21:47:41+00:00 giugno 27th, 2018|Cinema, Fantascienza|0 Comments

Leave A Comment